A stagione finita arrivano le multe per gli stabilimenti balneari di Ugento

multe per gli stabilimenti balneari di ugento
Condividi subito questo articolo
TEMPO DI LETTURA 3 MinutI

Come si suol dire “Oltre il danno la beffa”. A fine stagione arrivano le multe agli stabilimenti balneari rei di non aver differenziato in modo corretto la spazzatura. Gli stessi lidi che hanno fornito i preziosi servizi atti all’aggiudicazione della bandiera blu vengono puniti a stagione finita.

Una multa che ha il sapore amaro della presa in giro, considerando quello che i lidi hanno dovuto passare in un’estate caratterizzata dall’emergenza rifiuti, con gli imprenditori che si sono dovuti fare carico di ingenti spese per poter colmare le inadempienze del pubblico.

Le nostre spiagge, come anche tutto il territorio, sono state invase dai rifiuti, molte volte portati addirittura da casa dai soliti furbetti dell’immondizia, che pur di non pagare la tari nella seconda casa di mare preferiscono inzozzare il nostro territorio.

Una situazione ben nota a sindaco e vice sindaco alla quale i proprietari si sono rivolti, lamentando il fatto di avere i bidoni completamente sommersi da spazzatura proveniente dalle case vacanze dei turisti e non solo. Una circostanza che ha costretto gli operatori a chiudere i cassoni con i lucchetti, una soluzione che non è bastata ad evitare il formarsi di enormi cumuli di immondizia vista mare.

Tutto questo non è bastato, però, a scongiurare il rischio di multe salate per gli operatori turistici che si troveranno a pagare un verbale causato dal malcostume di tutti coloro che hanno usato le dune come discarica.

Ma non è solo questo, i proprietari infatti sottolineano come l’essersi dovuti caricare a proprie spese di diversi oneri della bandiera blu non sia bastato ad evitare delle multe ingiuste, che potevano essere evitate solo ed esclusivamente tramite un’attento controllo da parte dell’amministrazione comunale, che mai come in questa stagione si è dimostrata del tutto assente.

La colpa per tutto quel che si è visto in spiaggia, dunque, non è stata del pessimo servizio fornito dalla ditta di smaltimento rifiuti o dalla totale mancanza di una programmazione da parte dell’amministrazione comunale di Ugento, bensì, almeno secondo il nucleo dei vigili ambientali di Ugento, dei proprietari delle concessioni demaniali che hanno contribuito a sporcare.

Condividi subito questo articolo
0 0 votes
Article Rating
Segui la discussione
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments