Caos rifiuti a Ugento: anche i netturbini chiedono risposte al sindaco

Condividi subito questo articolo
TEMPO DI LETTURA 1 Minuto

Arriva dal sindacato COBAS a firma del dott. Giuseppe Pietro Mancarella la minaccia di si un sit-in difronte al municipio di Ugento, per difendere le ragioni dei lavoratori nel settore della nettezza urbana, che a suo dire aspettano ancora l’accredito della quattordicesima mensilità.

Ecco il testo intero della missiva inviata a sindaco, assessori e consiglieri comunali a difesa dei netturbini:

Oggetto: richiesta di incontro urgente problematiche lavorative personale dipendente
Ecotecnica presso il Comune di Ugento.
La scrivente O.S. Cobas Lavoro Privato Lecce, chiede un incontro urgente presso la
sede del Comune di Ugento per la discussione di diverse problematiche lavorative legate alla
gestione del personale e il mancato pagamento della 14a mensilità al personale in servizio.
A tale incontro si chiede la presenza del Sindaco di Ugento e dell’Assessore all’Ambiente
Avv.Massimo Licci e dei Consiglieri Comunali di opposizione.
Si chiede un incontro urgente facendo presente che in caso di mancata convocazione
verranno utilizzate le prerogative sindacali e azioni di lotta sindacale e si comunica che sarà
effettuato un sit-in di protesta nei pressi della sede del Comune di Ugento.
Aspettando Vostre comunicazioni, si porgono distinti saluti.
Lecce, 22 Luglio 2022

il testo della missiva inviata dai COBAS

Una situazione che rischia di aggravarsi anche in seguito alle dure parole espresse nell’ultimo consiglio comunale dal vice sindaco Massimo Lecci, che proprio alla “strana” condotta di alcuni netturbini imputava alcuni dei disservizi che si stanno registrando in questi giorni.

PROT.234-DEL-22.07.2022-RICHIESTA-INCONTRO-URGENTE-PROBLEMATICHE-LAVORATIVE-DIPENDENTI-ECOTECNICA-UGENTO

Condividi subito questo articolo
0 0 votes
Article Rating
Segui la discussione
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments