Nel bene o nel male, purché se ne parli

Nel bene o nel male, purché se ne parli
Condividi subito questo articolo
TEMPO DI LETTURA 2 MinutI

Nel bene o nel male, purché se ne parli, parafrasi de «C’è una sola cosa al mondo peggiore del far parlare di sé, ed è il non far parlare di sé», Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde (1890): «There is only one thing in the world worse than being talked about, and that is not being talked about».

Tempo fa ci dedicammo alla comunicazione istituzionale del Comune di Ugento e del fatto che non esistesse affatto. Se in qualche modo viene fatta, questa è riservata al proprio elettorato o errata.

Porteremo piccoli esempi, molto recenti, a riprova di questo:

Lo “scandalo” del taglio del povero Pino che faceva compagnia alla cappella della Madonna della Luce: il taglio è stato fatto senza nessuna comunicazione o dichiarazione. Prima abbiamo sollevato la questione, su segnalazione di una nostra lettrice e ha avuto una risonanza mediatica enorme; commenti e reazioni di indignazione. Pochi giorni dopo, in preda ai rumors confusi di paese, che attanagliavano l’opinione pubblica, il sindaco si è sentito in dovere di spiegare i motivi dell’accaduto, sempre attraverso la ex pagina di partito.

La rimozione del pino è un iter avviato nel 2019 da parte del parroco della Cattedrale, in quanto le sue radici stavano danneggiando la pavimentazione del Santuario e l’asfalto

estratto dichiarazione facebook ex profilo partito, ora pagina del sindaco.

Questo ci può fare notare come l’amministrazione abbia perso un’occasione per fare bella figura.

Il tutto è avvenuto in regola e alla luce del sole ma nulla è stato detto. Nulla sarebbe accaduto su coloro che amministrano come dei “buoni padri di famiglia” se solo avessero comunicato, come hanno fatto dopo la nostra pubblicazione, attraverso un comunicato.

Lo stesso sta accadendo con i recenti malcontenti dei commercianti che non ricevono risposte da anni. Nonostante le continue e numerose richeste d’aiuto. La richiesta è semplice: la creazione di un’area mercatale unica, in un luogo consono alle esigenze di tutti o il ripristino dei posti in Piazza Italia. Ad oggi, dopo la nostra segnalazione, gli alimentari del mercato hanno ricevuto solo silenzi.

Ecco che torniamo al nostro incipit: non far parlare di sè per un’amministrazione è un fatto inaccettabile, oltre che moralmente ingiusto verso i propri concittadini:

Cittadini che si ritrovano, dal giorno alla notte, a combattere con sensi unici arraffati per camuffare un’opera non funzionale; senza l’ausilio di un vigile, per i molti che in preda alle abitudini e alle necessità della vita si ritrovano contromano, minacciando la sicurezza pubblica; solo perchè il comune ha comunicato per tempo la notizia.

Bisogna parlare, raccontare, esprimersi per creare domande ed opinioni.

Le incomprensioni spesso nascono dalla volontà di non voler dare voce ad un idea; questo si traduce in vocii e mal di pancia che portano alle dicerie e infine alle offese.

La soluzione è sempre stata sotto gli occhi di tutti. Ora si evidenzia maggiormente attraverno una testata giornalistica locale e i suoi canali social, canalizzatori di quello che il comune non dice ma fa.

Diamoci tutti una mano! Parliamone! Raccontiamo i disagi, faccia a faccia, discutiamo, litighiamo e poi troviamo soluzioni. Questo fa “il buon padre di famiglia”.

Nel bene o nel male, purché se ne parli.

Condividi subito questo articolo
0 0 votes
Article Rating
Segui la discussione
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments