In cucina con Adri: TORTA MIMOSA

torta MIMOSA DI ADRI
Condividi subito questo articolo
TEMPO DI LETTURA 5 MinutI

Ciao beddhazziiii!


Per il giorno in cui in cui tutto il mondo festeggia la donna, ognuno con le sue tradizioni, noi rimaniamo nella tradizione italiana e omaggiamo le donne salentine con il dolce classico per eccellenza che tanto richiama per aspetto e colori il fiore della mimosa.


Estremamente facile da preparare per chi non ha tempo tra lavoro e vari impegni, la torta mimosa è un must presente in tutte le pasticcerie, fornerie e ristoranti italiani il giorno dell’8 marzo.


Noi salentini amiamo la versione all’ananas che vi propongo oggi; in alternativa si puo’ guarnire con fragole o frutti rossi o fiori freschi… ma ricordiamoci che l’aspetto deve rimanere fedele al fiore di mimosa.


Piu’ facile a farsi che a dirsi.. Nn ci credete?
Andate in dispensa, mentre leggete, ora, in questo momento e prendere uova, zucchero e farina. Non vi servirà altro. Prepariamo la base in due minuti. Pronti? Facciamola insieme!

Torta mimosa di Adri


Torta mimosa (variante all’ananas)

  • Pan di spagna(per 8 persone)
    Ps: se siete in due a casa fatela per 8 ugualmente perchè poi ne darete un pezzo alla mamma, uno alla sorella, uno alla vicina, noi salentine siamo cosi:

    – 4 uova
    – 120 gr. zucchero
    – 120 gr. farina 00
    – Tortiera, diametro 20, anche 18 va bene.

Procedimento:

  • Montare a spuma ben ferma le uova intere e lo zucchero (devono montare benissimo per almeno 10 min). La prova per la riuscita della spuma: capovolgere il boccale se nom cola niente la spuma è ok. Vi consiglio per quest’operazione e per tutti i tipo di montature di usare un contenitore in acciaio che avrete messo in frezeer una mezz’oretta prima insieme alle fruste e le uova mi raccomando. A temperatura ambiente non da frigo!
  • Rilassatevi, il grosso del lavoro è fatto. Ora andiamo ad aggiungere la farina setacciata poco alla volta e ogni volta la amalgamiamo alla spuma con movimento dolce aiutandoci con una spatola dal basso verso l’alto, movimento dolce delicato, lento. Questo passaggio è importantissimo e serve proprio a creare la struttura del pan di Spagna. Se fatto bene crea l’ossigeno naturale, quel magico elemento invisibile che sostituisce il lievito chimico per dolci, che nasce dalle nostre mani e che si fa con sentimento.
  • A lavoro finito non vi resta che versare il composto nella teglia che avrete già preparato con carta forno. Attenzione! Deve arrivare fino all’orlo della teglia se trabocca lasciate la carta forno lunga oltre l’altezza della teglia a modi “prolunga” verso l’alto. Se non arriva all’orlo vi conviene cambiare teglia. Prendetene una piu’ piccola!
  • E’ il momento di profumare casa e vicinato di “buono”. Preriscaldiamo il forno a 200 gradi e inforniamo a 180 per 40min circa. Forno statico. (Se utilizzate un forno ventilato abbassate la temeratura di 10gradi, quindi 160.) Controllate la cottura con uno stuzzicadenti pungendo il pan di Spagna in più punti. Se è asciutto completamente ci siamo.
  • Sfornate e capovolgete il pan di spagna.
  • Bene, prepariamo ora la bagna con 100 gr. acqua, 50 gr. zucchero, 25 gr. rum: portiamo sul fuoco fino a far sciogliere lo zucchero completamente. Per una bagna analcolica utilizzate pure lo sciroppo delle ananas. In questa ricetta utilizzeremo infatti 250 gr.di ananas sciroppate, domani però, per oggi abbiamo finito.
  • Facciamo raffreddare bene il nostro pan di Spagna dopo averlo sformato.. Domani e’ in altro giorno!

Il giorno della crema😋😋😋


Per un’ottima torta mimosa serva una crema chantilly, che altro non è che la crema pasticcera unita sulla panna montata. Crema pasticcera:
– 500 ml di latte intero
– 125 gr. zucchero
– 3 tuorli
– 60 gr. amido di mais
– Aroma vaniglia

Procedimento:

  • Con la frusta, a freddo, mischiamo tuorli e zucchero, continuiamo con l’amido o farina 00 e l’aroma, fino a formare una cremina.
  • Scaldiamo su fuoco medio il latte e prima del bollore aggiungiamo la nostra crema fredda. Mescoliamo con la frusta sempre dallo stesso verso fino a bollore. Appena compaiono le prime bolle agitiamo forte e togliamo dal fuoco: spegniamo il formello e spostiamo la nostra crema in modo che non continui a cuocere sul fornello ancora caldo. Copriamo con pellicola direttamente sulla crema in modo che non si forni quell’antipatica patina gelatinosa.
  • Per avere una crema più “cremosa” e goduriosa, usare la panna liquida al posto del latte!
    Intanto che aspettiamo che la crema di freddi montiamo 200 ml di panna; ricordate: il trucco del contenitore il Frezeer! Quando notate dei “buchi” “vuoti d’aria”, la panna è ben montata.
  • Uniamola alla crema quando sarà raffreddata e procediamo all’assemblaghio della torta mimosa:
    Tagliamo il nostro pan di Spagna in due o tre strati, in base a quanto vi è uscito alto, mettete la base sul vassoio di portata, svuotatelo della sua mollica formando una vera e propria calotta; (mettete la mollica da parte) a metà crema chantilly aggiungete le ananas tagliate a pezzettini, non tutte però, lasciatene qualcuna intera per la guarnizione finale, una per vostro marito e un’altra per vostro figlio, ve la ruberanno tanto passando per la cucina, quindi comprate pure il barattolo grande!
    Inutile stare a guardare il grammo in certe ricette; versate pure la crema senza leccarvi le dita, ricordatevi della vicina che verrà a fare il caffè a pomeriggio!..
  • Chiudete con la parte finale che avrete anche privato un pò della sua dolce mollica.
  • Decorate con il resto della crema chantilly, quella senza ananas; cospargete come se piovesse le mollo che di pan di Spagna per guarnire e decorate, se volete, con delle mezzelune di ananas. Se vi saranno avanzate in qualche modo.


E niente questo è tutto..

La notra Torta Mimosa, in omaggio alle donne che piace molto agli uomini di casa. Forse perche’ ricorda molto “le torte della nonna.


E’ pronto.. Facile no? 😉


Fatelo e fatemi sapere! Soprattutto voi donne mie vicine di casa ed amiche.. Fatelo e mandatemene un pezzo😅😋


Auguri a tutte le donne che della resilienza sanno approfittare e in momenti difficili sanno rialzarsi piu’ forti di prima.. Alle donne che muovono il mondo con coraggio, fermezza e tanto amore❤️

Seguitemi anche sui miei canali social Youtube e Instagram #quantobastalacucinadiadri e su facebook #Adriana Manco

Ti sei perso il TORTINO AL CIOCCOLATO DAL CUORE MOBIDO? (CLICCA QUI)

Condividi subito questo articolo
0 0 votes
Article Rating
Segui la discussione
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments