24 mila euro per compilare il questionario bandiera blu a Ugento

bandiera blu a Ugento
Condividi subito questo articolo
TEMPO DI LETTURA 4 MinutI

Oggetto: Avvio procedura per la candidatura della Città di Ugento all’ottenimento della Bandiera Blu2022 – Richiesta stanziamento somme in bilancio per attività di supporto

Ecco l’oggetto della missiva con cui l’assessore alla cultura e la promozione turistica Chiara Congedi chiede lo stanziamento di 24mila € da destinare alla società ARTIS Puglia Sviluppo – Società Consortile Pubblico – Privata con sede legale a Lecce.

img20211210_14351466

Una corposa somma stanziata per poter coadiuvare il comune nel redigere il questionario per poter presentare l’istanza di riconoscimento della bandiera blu a Ugento:

In seno al tavolo tecnico intersettoriale attivato per l’occasione, emergeva l’urgente necessità di avvalersi di un supporto tecnico qualificato in quanto le schede che compongono il questionario risultano essere moloto complesse e parte della loro corretta compilazione presuppone competenze specifiche non presenti all’interno dell’organico dell’ente

Quindi si spendono 24mila euro per l’ottenimento della bandiera blu a Ugento, ossia si incarica una ditta esterna a redigere un questionario da 32 pagine ( scaricabile sul sito fee al link http://www.bandierablu.org/public/questionario/2022/Questionario_spiagge_2022.pdf) perché in tutto il comune di Ugento non lavora nessuno che sia in grado di farlo

Questionario_spiagge_2022

Ma non è ancora tutto. Perchè se è vero come è vero che Ugento ha in passato già ricevuto l’ambito attestato di bandiera blu, è anche vero che il regolamento per il conseguimento del titolo è cambiato negli anni, con l’aggiunta di alcuni punti che squalificano in partenza la possibilità di arrivare al conseguimento della bandiera blu a Ugento.

bandiera blu a ugento 1989
L’Unità del 6 giugno 1989. Tra le spiagge italiane insignite del titolo Bandiera Blu anche Ugento e Racale

Gli attuali criteri sono visitabili sul siti www.bandierablu.org, sono 33 e vengono divisi in imperativi (contrassegnati con la lettera i) e guide (contrassegnati con la lettera g):

  1. Informazioni sul Programma Bandiera Blu ed altri eco-label FEE devono essere affisse (I)
  2. Un minimo di 5 attività di educazione ambientale devono essere offerte ogni anno. Attività di educazione ambientale devono essere offerte e promosse ai bagnanti (I)
  3. Informazioni sulla qualità delle acque di balneazione devono essere affisse (I)
  4. Informazioni relative a ecosistemi locali, elementi naturali e siti culturali devono essere affisse (I)
  5. Mappa della spiaggia, con indicazione dei servizi, deve essere affissa (I)
  6. Codice di condotta relativo alla normativa vigente sull’uso della spiaggia e delle aree circostanti deve essere affisso (I)
  7. La spiaggia deve rispettare pienamente i requisiti di campionamento e frequenza relativamente alla qualità delle acque di balneazione (I)
  8. La spiaggia deve rispettare pienamente gli standard ed i requisiti di analisi relativamente alla qualità delle acque di balneazione (I)
  9. Conformità alle Direttive sul trattamento delle acque reflue e sulla qualità delle acque di scarico. Nessuno scarico di acque reflue (urbane o industriali) deve interessare l’area della spiaggia (I)
  10. La spiaggia deve rispettare i requisiti di Bandiera Blu per i parametri microbiologici relativamente a Escherichia coli (Coliformi fecali) e agli Enterococchi intestinali (Streptococchi) (I)
  11. La spiaggia deve rispettare i requisiti di Bandiera Blu per parametri fisici e chimici (oli e materiale galleggiante) (I)
  12. GESTIONE AMBIENTALE
    L’Autorità Locale / Operatore balneare dovrebbero istituire un Comitato di gestione della spiaggia (G)
  13. L’Autorità Locale / Operatore balneare devono rispettare tutte le normative relative alla ubicazione e al funzionamento della spiaggia (I)
  14. Le aree sensibili vicino ad una spiaggia Bandiera Blu devono essere gestite per garantire la conservazione e la biodiversità degli ecosistemi marini (I)
  15. La spiaggia deve essere pulita (I)
  16. Vegetazione algale o detriti naturali devono essere lasciati sulla spiaggia (I)
  17. Sulla spiaggia devono essere disponibili cestini per i rifiuti in numero adeguato che devono essere regolarmente mantenuti in ordine (I)
  18. Sulla spiaggia devono essere disponibili contenitori distinti per la raccolta differenziata (I)
  19. Sulla spiaggia deve essere presente un adeguato numero di servizi igienici o spogliatoi (I)
  20. I servizi igienici o spogliatoi devono essere mantenuti puliti (I)
  21. I servizi igienici o spogliatoi devono avere lo smaltimento controllato delle acque reflue. Le acque di scarico devono essere allacciate al sistema fognario o recapitate in contenitori a tenuta stagna da svuotare in maniera appropriata (I)
  22. Sulla spiaggia deve essere fatto rispettare il divieto di campeggio, di circolazione ad autoveicoli o motoveicoli e deve essere proibito ogni tipo di discarica (I)
  23. L’accesso in spiaggia di cani e di altri animali domestici deve essere strettamente controllato (I)
  24. Tutti gli edifici e le attrezzature della spiaggia devono essere mantenuti in buono stato (I)
  25. Gli habitat marini e lacustri (come la barriera corallina o le praterie di posidonia) presenti in prossimità della spiaggia devono essere monitorati (I)
  26. Mezzi di trasporto sostenibili devono essere promossi nell’area circostante la spiaggia (G)
  27. SERVIZI E SICUREZZA
  28. Un numero adeguato di personale di salvataggio e/o attrezzature di salvataggio deve essere disponibile sulla spiaggia (I)
  29. L’equipaggiamento di primo soccorso deve essere disponibile sulla spiaggia (I)
  30. Piani di emergenza per i casi di inquinamento o rischio per la sicurezza ambientale devono essere predisposti (I)
  31. Deve essere prevista la gestione di diverse utenze e differenti usi della spiaggia in modo tale da prevenire conflitti e incidenti (I)
  32. Misure di sicurezza per la tutela dei bagnanti devono essere attuate e deve essere garantito libero accesso al pubblico (I)
  33. Una fonte di acqua potabile deve essere disponibile sulla spiaggia (G)
  34. Almeno una spiaggia Bandiera Blu per ogni Comune deve avere accesso e servizi per disabili fisici (I)

Lasciamo ai lettori le considerazioni finali.

Condividi subito questo articolo