Prima sconfitta per Ugento Calcio

Prima sconfitta per Ugento Calcio

TEMPO DI LETTURA 3 MinutI

2-1 è il risultato finale del match tra Ostuni 1945 e Ugento Calcio, valevole per l’8^ giornata del campionato di Eccellenza 2021/2022, girone B.

Ugento è stato meritatamente protagonista di una serie di vittorie lunga 7 giornate che hanno fruttato ai ragazzi un bottino di ventuno punti, trovandosi a punteggio pieno prima della gara e il primo posto in classifica. Ostuni è fermo a 4 punti, terzultima in campionato, che stenta a decollare in questa stagione. Ad arbitrare la gara è il signor Raimondo Giammarco della sezione di Taranto, assistenti Latini e Pareparca della sezione di Foggia.

La partita ha visto prima un’occasione per parte sino al primo gol dei padroni di casa firmata da Marzio, numero 7, dopo una serie di buoni dribling e una conclusione d fuori area che sorprende il numero 1 ugentino alla mezz’ora del primo tempo, che termina con l’Ugento in attacco.

Il secondo tempo si apre con due buone occasioni per i giallorossi che colpiscono anche una traversa, ma il calcio è strano e l’Ostuni colpisce con un’azione profonda sulla sinistra, che vede Marzio sul secondo palo, libero di firmare il 2 a 0 con un tapin a porta vuota, firmando la sua doppietta personale.

Nell’ultimo quarto di partita Ugento ha un colpo d’orgoglio e segna il gol del 2 a 1 dopo una ribattuta del portiere avversario.

Sempre nei minuti finali un episodio che ha fatto discutere, da un calcio d’angolo battuto lungo, sul secondo palo, a seguito di un colpo di testa gli ugentini reclamano un fallo di mano, non concesso dal direttore di gara. La partita si conclude poco dopo con lo stesso risultato.

Polemiche e animi tesi hanno seguito il fischio finale con l’espulsione di Caruso dell’Ostuni e qualche parola di troppo. Resta quello che è un risultato, forse un po’ bugiardo ma che segna la prima sconfitta stagionale.

Highlights prodotta da Salento Television e condivisi dalla pagina ufficiale Ugento Calcio
Classifica aggiornata Eccellenza – Girone B

Una prestazione non all’altezza, queste le parole del tecnico Andrea Salvatore, dove l’Ostuni ha vinto meritatamente con le proprie armi a disposizione, ci sono stati errori individuali che ci sono costati cari ma soprattutto siamo stati deboli mentalmente e siamo caduti nel loro tranello, con le armi a loro disposizione e che fanno parte del gioco del calcio.

I ragazzi di Andrea ci hanno messo il cuore ma non la testa, tanta voglia ma poca serenità, derivata dal fatto che Ugento è una squadra molto giovane con ottime prospettive ma che manca di esperienza.

Questa partita ci serve per crescere, le partite si vincono da quadra e non da singolo, ho visto la voglia di recuperare la gara ma troppo spesso non si giocava da gruppo affidandosi a iniziative personali. É necessario fare un bagno di umiltà

Il tecnico poi si sbilancia nel post gara:

se abbiamo fatto 7 vittorie consecutive un motivo ci sarà, vogliamo giocarcela, se vogliamo dare fastidio al Martina abbiamo bisogno di umiltà e di alzare l’asticella a livello mentale
Video Intervista prodotta da Salento Television e condivisa sulla pagina ufficiale Ugento Calcio.

Un errore discutibile nel finale è stato accettato e la squadra non cerca alibi, resta una grande fiducia da parte del mister verso i suoi ragazzi, consci del fatto di poter migliorare e recuperare quell’esperienza che manca a questo gruppo, necessaria per arrivare in vetta a fine campionato.

Una sconfitta che sarebbe arrivata prima o poi, un passo falso inevitabile, adesso testa alla coppa Italia, umiltà le lavoro le parole d’ordine.

Sport